Skip to content

La cura termale fa bene: perchè?

LA CURA TERMALE FA BENE: PERCHÉ?

Lo zolfo era chiamato dagli antichi Greci l’elemento “divino”. E’ uno degli elementi essenziali dell’organismo umano, presente sia nella composizione di tutte le cellule che in quella di organi e tessuti. Ed è anche la principale componente delle acque delle nostre terme, grazie a cui le cure offerte alle Terme Luigiane sono efficacissime! Le Terme Luigiane, classificate al livello qualitativo 1° Super, utilizzano infatti acque ipertermali sulfuree  salsobromojodiche con elevatissimo contenuto di zolfo, tanto da vantare il più alto grado solfidrometrico d’Italia e d’Europa (173 mg/l).

Lo zolfo, che fa parte anche di alcuni ormoni e vitamine indispensabili (biotina), ha grande influenza sulla crescita e la rigenerazione dei tessuti, sull’attività dei muscoli scheletrici e del cuore, sull’attività dell’emoglobina, sulla formazione di anticorpi e partecipa a molte altre funzioni dell’organismo. E’ per questo che in numerose patologie, da quelle reumatiche alle dermatologiche, da quelle respiratorie alle ginecologiche, la carenza di zolfo concorre all’instaurarsi e al permanere della malattia.

Lo zolfo viene assorbito dall’organismo attraverso gli alimenti (100 gr di proteine ne contengono 0,3 gr). Se insorge la carenza, o se la si vuole prevenire, una cura termale sulfurea costituisce una sicura forma di integrazione e un valido mezzo per conseguire favorevoli effetti nel trattamento di alcune malattie.

Le cure termali consentono due tipi di risultati molto rilevanti, ossia:
° la riduzione dei processi infiammatori localizzati e il recupero della funzionalità originaria dei tessuti;
° l’azione generale combinata della funzione biologica dello zolfo assorbito e del complesso di effetti dovuti alle caratteristiche fisiche e meccaniche del mezzo curativo termale: temperatura, pressione idrostatica durante il bagno, pressione del gas nelle insufflazioni, spessore del fango, ridotta gravità e così via.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Il sito utilizza dei cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione